Centralino: +39.011.22.50.211

Ecosostenibilità

Finestre in alluminio: la migliore risposta alla sfida green

Quest’onda crescente, innescata dagli incentivi fiscali, tenderà ad allungarsi sui prossimi anni anche in base alle scadenze pubblicate con la nuova Legge di Bilancio.
D’altra parte la riqualificazione energetica è al centro della grande sfida ambientale e al contrasto alla crisi climatica, considerando che in Europa gli edifici sono responsabili del 40% del consumo energetico e del 36% delle emissioni di gas a effetto serra. Queste emissioni sono causate per il 70% da edifici residenziali e per il 30% da quelli commerciali e pubblici.
L’Italia in particolare ha un patrimonio immobiliare vetusto e fortemente energivoro: circa 12 milioni di edifici hanno quasi 50 anni e sono stati realizzati prima delle normative energetiche e antisismiche, per cui consumano quattro-cinque volte in più dei nuovi edifici.
Rispetto agli altri Paesi europei, guardando il consumo pro capite a parità di condizioni climatiche, l’Italia, per soddisfare i suoi fabbisogni termici, consuma il 10% in più di energia rispetto al Regno Unito, il 24% in più della Francia e il 25% in più della Germania.
Di contro, per fortuna, un recente sondaggio del Gruppo BSH rivela che gli italiani sono tra i più attenti in Europa alla sostenibilità ambientale.

La transizione ecologica diventa dunque una strada obbligata che l’Europa ha chiaramente tracciato con l’obbiettivo di arrivare alle emissioni zero degli immobili entro il 2050 con norme sempre più stringenti. Si tratta però anche di una grande opportunità economica: un recente rapporto del Cresme ha evidenziato che i lavori di riqualificazione della sola edilizia residenziale, a fine 2021, ammontano a circa 75 miliardi di euro (25 miliardi oltre il 2020 e 21 miliardi oltre il 2019) di cui 51 miliardi e 242 milioni di euro arrivano dalla riqualificazione incentivata. 

In questo ambito i serramenti possono dare un significativo contributo al risparmio energetico degli edifici, alla riduzione delle emissioni di CO2, al comfort e al benessere abitativo: tutto in una finestra.

 

Un serramento in alluminio ad alta efficienza energetica abbina infatti alle sue note qualità di durevolezza infinita e di manutenzione ridotta al minimo, le elevate prestazioni di isolamento termico in qualsiasi stagione, con il conseguente risparmio in bolletta di circa un 20/30%, l’utilizzo di profili minimal per cui garantisce più luce naturale e minori consumi di energia elettrica artificiale ma soprattutto l’alluminio può essere riciclato all’infinito mantenendo le stesse caratteristiche dell’alluminio primario.

Inoltre l’alluminio riciclato, comunemente chiamato secondario, richiede solo il 5% dell’energia necessaria usando materiali vergini per cui in generale il riciclo contribuisce in misura sostanziale alla riduzione delle emissioni di CO2 legate all’energia.

La Gamma Neo di Fresia Alluminio, 15 tipologie di sistemi prodotti in alluminio secondario in possesso di Dichiarazione Ambientale di Prodotto EPD®, risponde perfettamente alle richieste sempre più esigenti dell’edilizia sostenibile contemporanea. La nostra azienda prosegue un percorso iniziato oltre 10 anni fa con una ricerca costante di prodotti sempre più ecosostenibili per inserirsi, con crescente impegno, in una reale economia circolare.

Il rispetto per l’ambiente passa anche dalla scelta di una finestra in alluminio.

 

14 gennaio 2022