Centralino: +39.011.22.50.211

I servizi dedicati agli utenti registrati quali ordini online, termosoftware, download in area riservata, etc. sono al momento disabilitati per manutenzione ai sistemi operativi. Li riattiveremo al più presto. Grazie.
Toggle Bar

LCA. Che cos'è, perché

Life Cycle Assessment ovvero valutazione del ciclo vita
LCA (acronimo di Life Cycle Assessment – valutazione del ciclo vita) è uno strumento oggettivo di analisi degli impatti ambientali associati ad un determinato prodotto secondo un approccio “Cradle to grave” (dalla culla alla tomba), tramite la quantificazione dei flussi di energia e materiali in entrata ed in uscita lungo tutto il ciclo di vita.

Per ciclo di vita si intende l’insieme di tutte le attività interconnesse associate ad un bene a partire dall’estrazione delle materie prime, alla produzione, alla distribuzione fino all’uso e lo smaltimento a fine vita.

La metodologia di analisi nasce in forma embrionale a partire dagli anni ’60, ma si afferma come strumento idoneo all’analisi dei problemi ambientali tra gli anni ’80 e ’90, in particolare per quanto concerne la valutazione degli impatti potenziali legati allo sfruttamento delle risorse e all’emissioni nell’ambiente.
Oggi tende ad affermarsi quale strumento privilegiato per la valutazione dell’impatti ambientali associati ad un prodotto/servizio in quanto consente un approccio olistico al problema.

In generale è bene evidenziare il fatto che essa sia una metodologia avente molteplici possibilità di utilizzo, fra le quali:

  • aiutare ad identificare, quantificare, interpretare e valutare gli impatti ambientali di un prodotto/processo;
  • quantificare gli impatti su acqua, aria, suolo e stimare gli impatti legati al consumo di risorse a livello locale, regionale, nazionale o globale per ciascuna fase del ciclo di vita di un prodotto e/o per ciascun stadio di un processo;
  • comparare gli impatti ambientali di prodotto con uno standard di riferimento;
  • selezionare indicatori rilevanti di performance ambientali per paragonare tra loro prodotti con la medesima funzione;
  • identificare opportunità di miglioramento degli aspetti ambientali di un prodotto, individuando gli stadi del ciclo di vita che presentano impatto ambientale dominante;
  • assistere il processo decisionale delle industrie e della pubblica amministrazione;
  • comunicare informazioni ambientali per la presentazione degli impatti legati ad un intervento.
Ciclo di vita: insieme delle attività interconnesse ad un bene a partire dall’estrazione delle materie prime, alla produzione, alla distribuzione fino all’uso e lo smaltimento a fine vita