Centralino: +39.011.22.50.211

Fresia Alluminio: 40° socio della Consulta per la Valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali di Torino

Targa della Consulta di Torino
Consulta di Torino
35 anni fa, fu realizzato dalla Consulta il primo restauro proprio alla Camera dei Deputati del Parlamento Subalpino, luogo dove è stata scattata la fotografia il giorno 8/5/2023

Ed è proprio al richiamo dell’arte e della cultura che Fresia Alluminio non manca mai di rispondere. Questa volta, infatti, grazie alla passione e dedizione per l’arte della nostra AD Cristina Fresia, la nostra azienda dal primo maggio è il quarantesimo socio della Consulta per la Valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali di Torino, prestigiosa associazione nata nel 1987 da un gruppo di amici attivi nelle primarie aziende torinesi, intenzionati ad unire le proprie forze e capacità imprenditoriali per affrontare il problema del degrado storico-artistico in cui versava allora la città di Torino.

L’associazione presenta ad oggi 40 soci attivi compresa Fresia Alluminio, i quali, animati da un profondo senso etico di restituzione in questi ultimi due anni, si sono posti l'obiettivo di collaborare per valorizzare il patrimonio artistico e culturale presente nel nostro territorio.

Grazie alla Consulta di Torino, nei suoi 36 anni di attività, sono già stati realizzati più di 100 interventi di restauro e valorizzazione su tutti i principali monumenti e musei cittadini, investendo oltre 35 milioni di euro.

Il denominatore comune tra l’associazione e la nostra azienda è senza dubbio la priorità di creare e di preservare nel lungo termine, un valore prezioso per la comunità, utilizzando la Cultura come leva economica ed inclusiva, e come generatore di attrattività per la nostra città.

Fresia Alluminio crede fermamente che arte e cultura siano un efficace strumento di miglioramento, inclusione e sensibilizzazione alla portata di tutti, per questo motivo, come 40esima azienda membro di questa associazione, si impegnerà a partecipare alle esigenze della comunità valorizzando il nostro territorio sempre in modo sostenibile e tutelandone l’eredità del passato al fine di trasformarla in un Bene contemporaneo accessibile a tutti.

18 maggio 2023