Centralino: +39.011.22.50.211

Super Bonus 110%: la proroga inserita nella prossima Legge di Bilancio

L’incentivo fiscale è stato reputato un valido strumento per dare una spinta al comparto edile e all’efficientamento energetico degli edifici. Basti pensare che 2/3 di 35 milioni di case italiane sono state costruite prima degli anni ’70 e solo il 9% hanno invece meno di vent’anni. Insomma, come spesso abbiamo già comunicato, il parco immobiliare italiano è notevolmente energivoro e necessita di interventi urgenti di riqualificazione.

Il Super Bonus, avendo elevato al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute a fronte di interventi specifici di efficienza energetica o antisismici, permette di detrarre in 10 anni le quote spettanti recuperando l’intera spesa o di cedere l’intero credito fiscale.

Questo è il motivo per cui l’incentivo è considerato un’importante leva per risollevare l’economia, ma allo stesso tempo risulta anche molto dispendioso per i conti pubblici per cui non potrà essere mantenuto per lungo tempo. Il Ministro Franco ha infatti dichiarato che non è prevista alcuna manovra per rendere strutturale il Super Bonus 110%.

È quindi oggi il momento giusto per sfruttare il super incentivo ed efficientare il nostro patrimonio immobiliare praticamente a costo zero.

Vi ricordiamo che sono ammessi al Super Ecobonus 110% tutti gli interventi di efficientamento energetico eseguiti contestualmente ad almeno uno degli interventi cosiddetti “trainanti”.

 
 
Interventi ammessi Super Ecobonus 110%

INTERVENTI TRAINANTI

  1. Isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l’involucro dell’edificio per oltre il 25% della superficie disperdente lorda (es. cappotto termico)

  2. Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale condominiali con impianti centralizzati a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto prevista dal regolamento UE 811/2013, a pompa di calore, inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici e relativi sistemi di accumulo, o con impianti di microcogenerazione o a collettori solari. 

  3. Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale delle unità immobiliari unifamiliari con impianti a pompa di calore, inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici e relativi sistemi di accumulo, o con impianti di microcogenerazione. 
Tra gli interventi “trainati” rientra anche la sostituzione dei vecchi serramenti con nuovi sistemi in alluminio ad alta efficienza energetica ed ecosostenibili by Fresia Alluminio che garantiscono elevatissime prestazioni termo-acustiche, un immediato risparmio in bolletta ed un maggior confort abitativo.
 

Per maggiori approfondimenti sui requisiti necessari per accedere al Super Bonus, anche alla luce delle novità introdotte dal DL Semplificazioni, è consultabile il nuovo vademecum aggiornato dell’Agenzia delle Entrate.

Guida Agenzia delle Entrate
12 ottobre 2021