Centralino: +39.011.22.50.211

Super Bonus Alberghi 80%

Il Super Bonus Alberghi è un credito di imposta dell'80% delle spese sostenute per la realizzazione di interventi di riqualificazione delle strutture ricettive a cui si aggiunge la possibilità di un contributo a fondo perduto.
Gli interventi agevolati vanno dall'efficientamento energetico all'eliminazione delle barriere architettoniche, dalla riqualificazione antisismica alla realizzazione di piscine termali, dalla digitalizzazione al restauro e ristrutturazione edilizia. Tra le spese ammissibili ci sono anche quelle per la progettazione.


 
Beneficiari Ecobonus 50%

BENEFICIARI

I soggetti ammessi alla richiesta del credito di imposta e del contributo a fondo perduto sono:
  • imprese alberghiere 
  • strutture che svolgono attività agrituristica (L.96 del 20/02/2006)
  • strutture ricettive all'aria aperta
  • imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale
  • stabilimenti balneari
  • complessi termali
  • parchi tematici, parchi acquatici e faunistici

INTERVENTI AMMESSI

  • Miglioramento dell'efficienza energetica

  • eliminazione delle barriere architettoniche (accessibilità)

  • interventi di innovazione digitale (domotica, sensorizzazione per il monitoraggio degli ambienti, sicurezza e sorveglianza)

  • manutenzione straordinaria di restauro e risanamento conservativo

  • realizzazione di piscine termali ed acquisizione di attrezzature e apparecchiature per lo svolgimento dell'attività termale (soli stabilimenti termali)

  • acquisto di mobilia e componenti di arredo, inclusa l'illuminotecnica, a condizione che l'acquisto sia funzionale ad almeno uno degli interventi precedenti.
Interventi ammessi all'Ecobonus 50%
Requisiti Ecobonus 50%

REQUISITI

  • I lavori devono iniziare entro 6 mesi dalla data di pubblicazione sul sito del Ministero del Turismo dell'elenco dei beneficiari

  • i lavori devono essere conclusi entro il termine di 24 mesi dalla data di pubblicazione sul sito del Ministrero del Turismo dell'elenco dei beneficiari ammessi agli incentivi

  • è richiesta la regolarità contributiva e fiscale (DURC)

ASPETTI FISCALI

Il credito di imposta dell'80% si potrà utilizzare solo ed esclusivamente in compensazione a decorrere dall'anno successivo a quello in cui sono stati realizzati gli interventi, e comunque entro e non oltre il 31/12/2025. Per la compensazione, l'F24 andrà presentato solo attraverso i servizi telematici offerti dall'Agenzia delle Entrate.

Il contributo a fondo perduto è riconosciuto, nella misura del 50% della spesa, per un importo massimo pari a 40.000€ che può essere aumentato anche cumulativamente:
 
  • fino a ulteriori 30.000 euro, qualora l'intervento preveda una quota di spese per la digitalizzazione e l'innovazione delle strutture in chiave tecnologica ed energetica di almeno il 15% dell'importo totale dell'intervento

  • fino a ulteriori 20.000 euro, se l'impresa o la società che opera nel settore del turismo rientra nei requisiti previsti dall'art.53 del Decreto Legislativo 11/04/2006 n.198, ovvero se gestita da giovani e/o da donne (giovani si intendono le persone con età compresa tra i 18 e 35 anni non compiuti alla data di presentazione della domanda)

  • ulteriori 10.000 euro, per le imprese la cui sede operativa è ubicata nei territori delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.
L'importo massimo del contributo a fondo perduto può arrivare fino a 100.000 euro.
Credito di imposta e contributo a fondo perduto sono tra loro cumulabili. Naturalmente, ammesso il cumulo, è sempre da rispettare la regola in base alla quale il cumulo non opera per la parte che eccede l'investimento effettuato.
Limiti di spesa Ecobonus 50%